Il mondo ha letteralmente fame di Made in Italy, ma le Pmi fanno ancora fatica ad emergere nel mondo del web 2.0.

Secondo i dati riportati da Google il 78% delle Pmi italiane possiede un computer ma appena il 34% ha un proprio sito e solo 3 piccole e medie aziende su 10 utilizzano il commercio elettronico

come canale addizionale di vendita e acquisto. Su Google le chiavi di ricerca on line collegate al Made in Italy sono sempre in aumento anche se i consumatori non trovano poi riscontro nella possibilità di acquisto in quanto solo tre aziende su dieci utilizzano il commercio elettronico come canale di vendita.

 

 

ww

In questo quadro è fondamentale non farsi trovare impreparati ed anticipare la concorrenza per essere competitivi nell’era del digitale.

La scommessa è difficile ma cela dietro di sè una miriade di vantaggi che traghetteranno la tua azienda verso il successo.

Ecco cinque buoni motivi per dare la spinta giusta alla tua impresa grazie ad un sito e-commerce.

1. Sempre aperti:

Un sito e-commerce non risponde a logiche spazio-temporali, anzi vi consente di essere operativi 24 ore su 24, sette giorni alla settimana, 365 giorni all’anno, i vostri utenti vi potranno raggiungere comodamante dal divano di casa, o dal posto di lavoro, in completa libertà, senza la necessità di essere seguito da voi o da un vostro dipendente.

2. Raggiungere nuovi mercati:

Attraverso una meticolosa attività di indicizzazione il vostro sito sarà visibile tra i risultati di ricerca dei principali motori e questo vi renderà raggiungibili da sempre più utenti e quindi da più potenziali clienti. Ciò vuol dire aumento della visibilità a livello globale, aumento della popolarità sul mercato mondiale, miglioramento del brand.

Multiethnic Arms Raised Holding Text Ecommerce

3. Abbattimento dei costi di gestione

  Aprire e gestire un e-commerce ti garantisce di estendere il tuo mercato a chiunque, con costi inferiori del 10.000% rispetto a un negozio tradizionale. Un hosting costerà sempre meno di un affitto, l’assistenza annuale meno delle pulizie mensili, delle bollette di luce e gas, dei commessi e di eventuali riparazioni.

4. Monitoraggio del sito e dei clienti

Carrello Grazie allo sfruttamento di alcuni strumenti di analisi collegati all’e-commerce sarà possibile tenere sotto stretto controllo diversi fattori come ad esempio le pagine visitate maggiormente dai clienti, o semplicemente i prodotti più richiesti.
Con gli strumenti di Analytics messi a disposizione da Google potrai tenere d’occhio i tassi di conversione del sito e avere informazioni dettagliate sul tuo target di riferimento e quindi prendere decisioni di conseguenza evitando inutili investimenti.

5. Fidelizzare il cliente

L’e-commerce ha rivoluzionato il modo di fidelizzare il cliente. E’ cosa nota che un cliente soddisfatto è un cliente che ritorna, ma quando parliamo del web chiaramente le dinamiche si capovolgono.

Oggi si parla di e-fidelity, ovvero per conquistare la fedeltà dei propri utenti si ricorre ad una serie di strategie attraverso cui avviene un’interazione fra comunicazione e acquisizione di informazioni, in cui si combinano strumenti software con la realizzazione di siti funzionali e accattivanti, ricchi di contenuti pensati contemporaneamente sia per gli utenti che per i motori di ricerca. Dunque esistono pratiche di web marketing che vi permetteranno di distinguervi dai vostri competitor.

E’ chiaro che tutto questo non è semplice e non è alla portata di tutti, un azienda seria con una piccola spesa può ricorrere all’aiuto di un’agenzia capace in grado di offrire competenza per studiare una strategia personalizzata per garantire il massimo successo al tuo sito e-commerce.